lunedì 31 marzo 2014

un accenno di emozione

scaturita dall'iniziativa di Sonia per la Sinergia di febbraio - qui il suo post;
è stato davvero emozionante vedere tutti questi lavori scaturiti da emozioni liberate da altre persone..davvero una bellissima iniziativa!:-)

Ecco l'emozione che ho liberato io per Flavia ( qui  il suo post ), direttamente da Innuendo dei Queen..


..mi girava questa bellissima frase in testa..provavo a pensare ad altro, ma lei tornava..:-) anche se mancava qualcosa per comunicarne l'emozione..
poi, il prezioso suggerimento dell'Angela - di completare con la domanda

"Tu chi/cosa vuoi essere?"

e finalmente la mia emozione, timbrata su una PL card neutra, è potuta partire :-)

Ecco invece l'emozione che ho ricevuto da Elena B., bellissima nel significato e nella forma


e...così incredibilmente adatta a me.
Quando l'ho ricevuta, sono rimasta davvero colpita..in questo periodo infatti mi è capitato spesso di pensare a quanto il disegno fosse una parte fondamentale della mia vita, da quanto lo sia stato da sempre..e da quanto tempo purtroppo, l'ho messo da parte...

In più, questa frase mi fa pensare all'importanza che ha per me, l'essere responsabile delle mie scelte, anche se comportano piccoli o grandi rischi, anche se le conseguenze non si possono cancellare..

e allora ecco che, dopo giorni di stallo e distrazione creativa, sono tornata al nocciolo e, di getto, ho buttato giù un autoritratto a penna..incompleto, imperfetto e pieno di errori, prospettici e non solo..ma-chissenefrega, sono io!
Sono io con la mia faccia, con i miei lineamenti imperfetti, sono io con la mia espressione, che porta il segno delle mie esperienze e delle mie scelte.
Punto e basta.

Per ora mi fermo qui, ma l'idea è di inserire questo schizzo, di cui posto al momento un dettaglio, in un contesto più articolato, che devo ancora elaborare..


..e ripenso alla migliore fra i professori di figura disegnata, Chiara Mantovani, che mi ha insegnato che l'unico vero modo per imparare a disegnare è con la matita "F" e SENZA gomma :-).

Grazie ancora a Sonia per l'iniziativa, e grazie a Elena per le emozioni che ha scatenato.

6 commenti:

  1. Domandina di getto:....ma la "F" non è quella durissima??

    RispondiElimina
  2. la mano c'è ancora, si vede benissimo dal tuo disegno/schizzo ;-)
    mi raccomando... continua a seguire il saggio consiglio della tua prof e soprattutto... continua a disegnare!!!

    RispondiElimina
  3. La meraviglia!!!
    Grazie tesora Bella!

    RispondiElimina
  4. Ti riconfermo che hai davvero un dono, da non sottovalutare, ma da valorizzare.
    Bellissimo!

    RispondiElimina
  5. Hai davvero un dono bellissimo come dice Chiara, non vedo l'ora di vedere la parte articolata!
    Gio'

    RispondiElimina
  6. Mi piace tutto quello che hai scritto e fatto, è stata una bellissima iniziativa, ancor di più se ti ha spronato a tanto! Ho solo un po' di paura per la matita F, con la quale la mia mano farebbe solchi degni di un campo appena arato, ma con questo non metto in discussione l'ottimo insegnamento della tua Prof! Bravissima (me...very proud!)!

    RispondiElimina